Il nuovo Sangiovese DOP sarà dolcissimo

L’altro giorno ci hanno comunicato le variazioni ai disciplinari di produzione dei vari vini DOC prodotti in zona: questi cambiamenti sono fatti adesso perché quando saranno tolte le DOC e si passerà alle DOP, il tutto sarà approvato in automatico da una commissione europea. Fare queste cose una volta entrati nel mondo delle DOP sarebbe molto più difficile e complicato. Benissimo. Fra le varie cose che mutano, oltre a rese più basse in vigna, tempi di affinamento più lunghi e estratti non riduttori più alti c’è anche un dato che riguarda gli zuccheri residui: il limite che prima era 4 g/l adesso passa a 10 g/l. Ho riletto più volte il pezzo per capire se mi ero sbagliato invece è proprio così, il Sangiovese di Romagna DOP Superiore potrà avere fino a 10 g/l di zuccheri residui, alla faccia del tanto sbandierato “retrogusto amarognolo” citato dal disciplinare, una roba che al solo pensiero ti viene il diabete fulminante.

Pubblicato da Stefano Berti

vignaiolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: